Domingo Peron

L’ora dei popoli

Juan Domingo Perón

Il Volume
Madrid, 1967. Dal suo esilio in terra spagnola, l’uomo che resse le sorti della Repubblica Argentina
per circa un decennio (1946-1955), scrive rivolto al popolo ed in particolar modo alla gioventù. Siamo in piena
guerra fredda: l’incidente dei missili sovietici a Cuba è recente e le tensioni tra l’America di Johnson e la Russia
di Chruschev sono all’ordine del giorno, mentre gli USA conducono un sanguinoso tentativo neocolonialista in
Vietnam e l’URSS, di qui ad un anno, soffocherà la “Primavera di Praga” con i propri carri armati.
Di contro ai due imperialismi, Perón rivendica per il proprio movimento, il giustizialismo, l’invenzione della
formula di una Terza Posizione, alternativa ad entrambi, ad unire in un unico blocco, per quanto ideologicamente
e strutturalmente disomogeneo, il cosiddetto Terzo Mondo.
L’ora dei popoli è il manifesto di una dottrina giustizialista che si avvicina alla Dottrina Sociale della Chiesa e
costituisce un anticipazione rispetto al trionfale ritorno in Patria del generale argentino, avvenuto nel 1973. Quale
spaccato della guerra fredda, documento di storia dell’America Latina e in forza dei documenti storici sopraccitati,
il volume possiede un alto valore storico e dottrinario.

ISBN: 978-88-7557-421-5
Numero Pagine: 240
Prezzo: € 18,00
Formato: 13 x 21
Tipo Copertina: Brossura
Uscita: settembre 2013

Lascia un commento