Julius Evola

Fascismo Giappone Zen

Scritti sull’Oriente 1927-1975
con in appendice due testi di Mussolini
a cura di Riccardo Rosati

Julius Evola

Il Volume
Il rapporto fra il fascismo e la sapienza orientale, la dottrina imperiale
giapponese e la teologia politica del Paese del Sol Levante, la religione dei samurai,
il senso e il clima del Buddhisno Zen, il tramonto dell’Oriente dopo quello dell’Occidente,
la polemica contro gli orientali occidentalizzati e l’annacquamento delle dottrine
originarie: questi alcuni temi affrontati da Julius Evola nei quindici scritti
compresi in questa antologia tematica, che spaziano nell’arco di un cinquantennio,
curata da una specialista della materia come Riccardo Rosati.
Un volume che fa il punto su un tema, quello dell’Oriente, affrontato da diverse angolature
e che è uno di quelli per cui l’autore è noto al grande pubblico.
Di particolare interesse in quest’opera due suoi interventi che prendono lo spunto da
altrettanti discorsi di Mussolini – qui ripubblicati in appendice – nei quali fa capire
come il contatto con certe dottrine orientali poteva essere positivo per il fascismo. Era
inoltre il Buddhismo Zen ad affascinarlo per i suoi risvolti interiori, meditativi e formativi.

Numero Pagine: 120
Prezzo: € 15,00
Uscita: aprile 2016

Lascia un commento